Home / Sessualità/Erotismo / Bruciore vulvare dopo un rapporto
bruciore vulvare

Bruciore vulvare dopo un rapporto

Il bruciore vulvare che può venire a scatenarsi dopo un rapporto sessuale è un fastidio molto comune che interessa una grande quantità di donne in tutto il mondo. Le cause che ne stanno alla base possono essere molteplici ed a queste corrispondono altrettanti rimedi.
È un sintomo che non va sottovalutato ma deve essere preso come una sorta di campanello d’allarme sia nel caso derivi da rapporti non protetti che protetti.

Le cause del bruciore vulvare

Se solitamente adottate un metodo contraccettivo della tipologia barriera, e quindi utilizzate di norma il preservativo, potreste avere un’allergia causata dal lattice. La soluzione in questo caso è molto intuitiva. Basterà semplicemente cambiare metodo contraccettivo oppure usare un preservativo privo di questo materiale.
Ovviamente ogni caso è a sè e non è possibile proporre una soluzione che possa essere adottata sempre.
Se il senso di bruciore è accompagnato da uno stimolo impellente ad urinare e non perdura nei giorni successivi al rapporto è possibile che questo possa essere causato da una semplice infiammazione dovuta alla meccanica dell’atto sessuale.
Per prevenire questa tipologia di situazione è importante, prima della penetrazione, cercare di lubrificare la vagina dedicando, ad esempio, più tempo ai preliminari. La scarsa lubrificazione, o casi di secchezza vaginale, possono essere anche la conseguenza dell’uso della pillola anticoncezionale.
Se questo stato viene ignorato si può presentare un peggioramento del problema portando alla formazione di ulteriori microtagli ed infiammazioni.
In questa situazione il bruciore passa da solo ma se dura per più giorni potrebbe essersi scatenata la cistite.
Nel caso in cui questo fastidio percepito nella regione della vulva fosse accompagnato da una sensazione di prurito è necessario scongiurare l’eventuale presenza di un’infezione sottostante. Questa è possibile soprattutto se il fastidio è accompagnato da perdite insolite di odore sgradevole e di colore particolare (virano dal giallo al grigio). Se avete il sospetto di trovarvi in questa condizione è assolutamente consigliato rivolgersi al proprio medico di fiducia e non sperimentare autonomamente con antibiotici (siano questi da somministrate per via orale o topica) perché potreste peggiorare la situazione.
Le infezioni possono essere a trasmissione sessuale come, ad esempio la tricomoniasi (che si può curare con farmaci come il metronidazolo che si trova in commercio anche sotto forma di ovuli o crema) oppure la candida (per questa si possono utilizzare creme antimicotiche a base di clotrimazolo).

Quali rimedi per il bruciore vulvare

In ogni caso è fondamentale preservare il normale pH vaginale usando, nella quotidianità, detergenti che non siano troppo aggressivi in modo che l’equilibrio della flora batterica vaginale non venga perturbato. Questa regola è da tenere a mente soprattutto quando si viene a verificare il bruciore perché, in questo caso, per cercare una sensazione di sollievo la detersione diventa più frequente.
Comunque ci sono degli accorgimenti che, in generale, possono portare benefici in tutti questi casi. Ad esempio è consigliato fare la doccia dopo il rapporto avendo cura di detergere in modo accurato la vagina e poi asciugare il tutto con un asciugamano morbido che non causi microabrasioni od ulteriore irritazione.
Se siete alla ricerca di un po’ di sollievo potete provare ad applicare, con le mani ben pulite, nella parte esterna, del gel d’aloe vera che rappresenta un ottimo rimedio naturale con proprietà lenitive.
Prestate attenzione anche alla biancheria intima, preferite materiali come il cotone ed evitate i tessuti sintetici o colorati.

About Redazione

Check Also

ginnastica pelvica

Ginnastica pelvica e sessualità: a cosa serve e quali problemi risolve

La ginnastica pelvica è ormai diventata uno spunto molto importante per le donne di tutto ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *