Ginnastica pelvica e sessualità: a cosa serve e quali problemi risolve

La ginnastica pelvica è ormai diventata uno spunto molto importante per le donne di tutto il mondo.
Non è sempre stata nota per le sue proprietà, anzi, a volte è fin risultata sconosciuta ai più, ma ultimamente, complice la voglia di parlare liberamente di sessualità, la ginnastica pelvica si sta riprendendo il podio che merita.

Nota anche come esercizi pelvici, esercizio del perineo o più semplicemente esercizi di Kegel, la ginnastica pelvica è un insieme di movimenti interni delle pelvi, atti a migliorare prestazioni, elasticizzare il corpo ed intensificare il piacere sessuale.
La ginnastica pelvica ha una correlazione molto netta con la sessualità ma non si limita ad essa. Ha infatti molti aspetti spesso sottovalutati da tenere in forte considerazione: attenuazione dei dolori e miglioramento della vita in generale.
Vediamo nel dettaglio quali sono i motivi per i quali è importante iniziare a conoscere il proprio corpo dall’interno, sviluppando muscolature nascoste e capacità che non pensavamo possibili.

A cosa serve la ginnastica pelvica

I famosi esercizi di Kegel sono il segreto che da anni milioni di donne si tramandano quasi sottovoce per migliorare la propria sessualità.
Fare costantemente gli esercizi pelvici non sono però solo un gioco che andrà a beneficio dell’attività tra le lenzuola, ma riuscirà a favorire molte dinamiche fisiche e psicologiche.
Avendo una migliore percezione del proprio fisico, si andrà ad aumentare sensibilmente anche la sensazione della femminilità che ogni donna è in grado di esibire, così come potrà aumentare il desiderio sessuale grazie all’allenamento costante che porterà inevitabilmente ad un piacere più intenso e ad orgasmi mai provati prima.
Sarà utile anche per contrastare i segni della menopausa e combatte in maniera efficace anche i dolori mestruali più accentuati.
Non solo quindi ci sarà un’impennata del piacere in un rapporto ma sarà molto utile anche per limitare le fastidiose perdite giornaliere o le tanto odiate candide che attanagliano le donne di tutto il mondo.

Quali problemi risolvono gli esercizi pelvici?

Certo, bisogna essere costanti nell’eseguire la propria routine di esercizi, ma visto che sono noti per essere invisibili agli occhi altrui, chiunque può esercitare le proprie pelvi in qualsiasi istante senza paura di essere guardate in maniera strana.
Sarà solo questione di aggiungere una routine in più alle proprie abitudini quotidiane e poi sarà tutto in discesa.
Gli esercizi pelvici combattono l’incontinenza e possono risolvere grossi problemi dovuti al prolasso della vescica, dell’utero e del retto.
Sono anche molto consigliati in caso di vaginismo o di dolore durante la penetrazione e possono essere un valido aiuto in caso d’incontinenza urinaria.

Conoscere il proprio corpo fa aumentare il desiderio, la voglia e l’appagamento sessuale ed è il motivo per il quale gli esercizi pelvici sono consigliati a tutte le donne che vogliono sperimentare nuove sensazioni, tenendo sotto controllo in prima persona il proprio piacere fisico.

Saremo felici di sapere cosa ne pensi

Lascia un commento