Home / Sex Toys / Come usare un vibratore… al meglio!
come usare un vibratore

Come usare un vibratore… al meglio!

Un tempo tabù, come ci rivela la storia del vibratore, oggi questo sex toys viene utilizzato dalle donne e dagli uomini per esplorare il proprio corpo e comprendere quali siano i punti erotici.

Sesso con il vibratore: usarlo da soli o in coppia

Non solo oggetto per la masturbazione femminile (e maschile!), il vibratore può essere introdotto nella coppia come giocattolo erotico per stimolare le fantasie sessuali di entrambe i partner e ravvivare il rapporto sotto le lenzuola.
Attualmente, questo sex toys è realizzato non solo in forma fallica, ma anche con design accattivanti, ad esempio a forma di rossetto, astuccio per il rimmel o grazioso animaletto.
L’utilizzatrice deve saper approcciare con questo gioco sessuale che ha il vantaggio di far scoprire le proprie zone erogene, ossia, il clitoride o il famoso punto G.
Per acquistare la dovuta familiarità, sarebbe opportuno adoperare un piccolo vibratore rabbit che è idoneo ad una penetrazione graduale ed ad una stimolazione mirata dei punti erogeni.
Anche l’uomo, naturalmente, può far uso di un vibratore per procurarsi piacere durante l’autoerotismo o nel suo rapporto con il partner ed i vibratori progettati con la forma leggermente ricurva, sono utilissimi per sollecitare la prostata, ghiandola a forma di castagna che se stimolata adeguatamente, dona orgasmi favolosi.

Come usare al meglio il vibratore

L’uso del vibratore non è difficile e anche chi è alle prime armi può utilizzarlo tranquillamente senza alcun timore. Ecco alcuni consigli su come usare al meglio il vibratore.
Durante l’uso bisogna necessariamente lubrificare il vibratore con del gel all’acqua, compatibile con la maggior parte dei sex toys.
Il vibratore è fornito di batterie che permettono la vibrazione e che bisogna azionare nel momento in cui chi lo adopera lo introduce nella vagina o nell’ano.
Le dimensioni e la forma del vibratore sono soggettive così come la profondità di introduzione, anche se inizialmente, è consigliabile scegliere un vibratore di piccole dimensioni per poi aumentarle quando si è riusciti a comprendere bene il funzionamento.
Dopo ogni uso bisogna sanificare l’oggetto con delle salviettine imbevute di sostanza disinfettante o con dell’acqua calda e poi asciugarlo e conservarlo per il prossimo utilizzo.

Come scegliere il vibratore: le diverse tipologie

Quando si decide di usare un vibratore per la prima volta, è meglio scegliere quello classico, che per antonomasia, è quello dalla tradizionale forma fallica e varia nelle dimensioni.
Coloro che vogliono usarlo in viaggio, a letto o sotto la doccia, possono scegliere i mini vibratori che possono essere portati dappertutto poiché discreti e facilmente confondibili con gli altri oggetti custoditi in una borsetta.
Chi, invece, desidera vibratori maxi può optare per quelli realistici che hanno venature simili a quelle di un vero membro maschile e sono idonei a procurare eccitazione intensa.
I coloratissimi e flessibili jelly sono morbidissimi e vengono preferiti per la loro efficacia ed il prezzo decisamente contenuto e alla portata di tutti.

About Redazione

Check Also

Storia del vibratore per donne

Storia del vibratore: tutto sulla nascita del famoso sex toys!

La storia del vibratore potrebbe davvero far discutere per la sua particolare origine, che affonda le ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *